La Biblioteca, il patrimonio e i servizi

La Biblioteca Palatina di Parma possiede importanti fondi antichi manoscritti e a stampa ed ha prevalentemente indirizzo storico umanistico. Essa raccoglie e conserva la produzione editoriale italiana nazionale e locale – per quest’ultima attraverso il deposito obbligatorio degli stampati – e acquisisce le pubblicazioni che documentano gli sviluppi della cultura straniera, tenendo conto della specificità delle proprie raccolte e delle esigenze dell’utenza.

Il patrimonio librario della Biblioteca Palatina è costituito attualmente di circa 800.000 volumi, tra cui manoscritti, incunaboli, cinquecentine, epistolari, disegni e stampe.

Tra i suoi fondi più significativi va ricordato il Fondo parmense che costituisce indubbiamente l’insieme più cospicuo di raccolte della Biblioteca. Da segnalare la collezione De Rossi, una delle più importanti al mondo di manoscritti e stampati ebraici, provenienti dalla biblioteca dell’abate Giovanni Bernardo De Rossi, e la raccolta Ortalli, ricca di 40.000 intagli. Si ricorda, inoltre, l’acquisizione nel 1865 del Fondo Palatino, la biblioteca privata dei duchi Borbone, formatasi a Lucca e trasferita a Parma da Carlo Ludovico di Borbone.

La Sezione musicale della Biblioteca Palatina, infine, è l’unico istituto bibliografico musicale italiano specializzato avente, sin dalla nascita, la configurazione giuridica di biblioteca pubblica statale. Il suo patrimonio, che supera le 170.000 unità, comprende musica manoscritta e a stampa, libretti, periodici, carteggi e libri di letteratura musicale. Esso documenta, in modo particolare, l’attività musicale della città e del suo territorio nei secoli XVIII-XIX.

La biblioteca è destinata a quanti svolgono attività di studio e ricerca. Dispone di un salone di lettura e di una sala di consultazione manoscritti e rari. Sono attivi servizi di informazioni bibliografiche, di prestito locale, intersistemico e interbibliotecario, di document delivery e di fotoriproduzione. Di particolare rilievo la teca digitale che  rende possibile l’accesso da remoto alle collezioni manoscritte e antiche a stampa della Palatina insieme a contenuti di corredo  in un’ottica di accessibilità e  fruizione ampliata dei beni culturali. Sono inoltre presenti postazioni informatiche per la ricerca bibliografica e le sale di lettura e di consultazione sono dotate di rete Wifi.

Orari: lunedì-giovedì 8.10-19.10; venerdì e sabato 8.10-13.50. Gli orari di apertura al pubblico possono subire variazioni.

Per maggiori informazioni e per consultare il sito ufficiale della Biblioteca Palatina accedi al link: http://www.bibliotecapalatina.beniculturali.it

Per accedere alla teca digitale consulta il link:  http://palatina.ifnet.it/