Museo Bodoniano

Il Museo Bodoniano è il più antico museo della stampa in Italia, inaugurato nel 1963  in occasione del 150° anniversario della morte di Giambattista Bodoni (1740-1813), il tipografo piemontese che rese Parma capitale mondiale della stampa a partire dalla seconda metà del ‘700. Il museo espone la suppellettile tipografico-fusoria e gli altri cimeli appartenuti all’officina di Bodoni e ne illustra l’opera per valorizzarne la figura e le collezioni. Promuove inoltre studi e ricerche nel campo dell’arte grafica e tipografica. Collocato nel seicentesco palazzo farnesiano della Pilotta, che a fine ‘700 era sede dell’Officina e dell’abitazione di Bodoni, il museo è ospitato al terzo piano della Biblioteca Palatina, proprietaria delle collezioni esposte ed ora parte del Complesso Monumentale della Pilotta.

Il tesoro connesso al Museo è costituito da: un migliaio di edizioni bodoniane, alcune uniche e rarissime (in seta e pergamena); il carteggio (12.000 lettere); lo straordinario corredo di punzoni, matrici ed attrezzi della stamperia bodoniana (circa 80.000 pezzi); un torchio tipografico, fedele ricostruzione di quello usato da Bodoni.

L’esposizione è organizzata in tre sezioni

I. La stampa prima di Bodoni: panoramica sulla storia della stampa tra la seconda metà del ‘400 e la metà ‘700 anche in riferimento alla produzione locale.

II. La fabbrica del libro: viene spiegata ogni fase del processo creativo e produttivo del libro a stampa attraverso la visione di una parte dello straordinario corredo di strumenti di lavoro dell’officina tipografica di Bodoni nonché di documenti d’archivio (manoscritti di tipografia, bozze di stampa con correzioni,…) fino ad arrivare al prodotto finito e sua commercializzazione.

III. Giambattista Bodoni: una ricca selezione di opere uscite dai torchi della Stamperia Ducale che Bodoni diresse e dalla sua privata Officina tipografica evidenzia, in ordine cronologico, l’evoluzione dello stile e della fortuna del grande tipografo in Italia e in Europa, presso le principali corti del tempo.

Il Museo mette inoltre a disposizione del pubblico una ricca biblioteca moderna: contiene infatti opere di pregio dell’editoria italiana, studi di grafica e design editoriale, saggi e monografie su Bodoni, libri sulla storia e le tecniche di stampa, ecc.

Ingresso gratuito.

Orari: lun.-ven. 9,00-13,00 su prenotazione;  sab. 9,00-13,00. Chiusura: 13 gennaio, 16-31 agosto, domenica e festivi.

Prenotazioni visite: Tel.0521/220411 – Fax 0521/235662 – E-Mail: museobodoni@beniculturali.it

Per maggior informazioni consultare il sito web: www.museobodoni.beniculturali.it

A futura memoria. Le mostre di Maria Luigia 2016

A duecento anni dall’arrivo nei Ducati parmensi della statua canoviana di Maria Luigia nelle vesti della Concordia (1817) e a conclusione delle manifestazioni del progetto Maria Luigia 16,  sabato 27 maggio 2017, alle ore 11.00, nel Salone della Biblioteca Palatina di Parma (dove è conservata l’altra effige canoviana della Duchessa), il Complesso monumentale della Pilotta presenta al pubblico i tre cataloghi  Le mostre di Maria Luigia 16.La pubblicazione è stata promossa dalla  Giunta esecutiva del progetto  e realizzata grazie alla Fondazione Cariparma per lasciare memoria delle 16 mostre e delle numerose iniziative che negli ultimi mesi hanno animato tutta la provincia e hanno permesso di approfondire un periodo di forti legami tra il nostro territorio e l’Europa, tassello importante dell’identità locale. 

L’evento costituisce l’occasione per sottolineare l’importanza di una manifestazione corale che si propone anche come modello di collaborazione – nel segno della Concordia – tra istituzioni, associazioni e società civile di un intero territorio. 
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.